Un lungo periodo di degenza, l’età che avanza o il verificarsi di un infortunio possono mettere a rischio la nostra capacità di muoverci in modo sicuro poggiando sulle nostre gambe.

A tale insicurezza può rispondere efficacemente la tecnologia assistiva del deambulatore, un saldo supporto frontale in grado di sorreggere anziani e persone con disabilità sia nel mantenere la posizione eretta che nel deambulare in casa o all’esterno.

Il deambulatore può essere impiegato per brevi periodi, ad esempio a seguito di un intervento chirurgico e come supporto alla fase di riabilitazione, o adottato a lungo termine nel caso di anziani il cui incedere si faccia meno sicuro con l’avanzare dell’età.

Come scegliere un ausilio per la deambulazione?

Come già affermato nella nostra guida alla scelta degli ausili, la selezione di una qualsiasi tecnologia assistiva, deve mirare al ripristino di una generale condizione di benessere ed autonomia, e non al recupero di una singola azione.

La scelta del deambulatore deve dunque considerare sia l’ambiente d’uso che le caratteristiche fisiche e le capacità motorie del suo destinatario, considerandone le abilità a livello generale ed includendo quindi la capacità di prendere, sollevare e gestire autonomamente lo strumento.

Quali tipologie di ausili per la deambulazione?

Gli ausili per la deambulazione che offrono un supporto frontale si dividono in due categorie principali, a seconda dell’ambiente nel quale verranno utilizzati. Se infatti per la deambulazione all’interno delle mura domestiche è opportuno scegliere un deambulatore, la scelta di un supporto per muoversi in autonomia all’esterno prevede il ricorso ad un rollators.

I rollators, o deambulatori da esterno, sono supporti più sofisticati e pensati per rispondere a tutte le esigenze di mobilità che possono insorgere all’esterno: muoversi in sicurezza, fermarsi, sostare o farsi trasportare comodamente seduti, trasportare oggetti.

Tra i due le differenze sono sostanziali, se infatti i primi si distinguono per leggerezza e maneggevolezza, i secondi si caratterizzano per una maggiore stabilità del telaio e per la predisposizione di ruote in grado di affrontare ogni asperità del terreno.

Show Full Content
No More Stories.
Successivo Moretti Service and Consulting

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

NEXT STORY

Close

Come scegliere il giusto materasso antidecubito?

29 Luglio 2019
Close